Indagine ad alto rischio

Book Cover: Indagine ad alto rischio

La seconda indagine di Marra quando era ancora a Torino-
In questo libro c'è la seconda indagine del commissario Marra, quando era ancora ispettore e prima che venisse assegnato alla questura di Bologna. All'ombra della Mole Antonelliana si trova coinvolto in due casi ad alto rischio che mettono a dura prova le sue capacità investigative e che lo portano a confrontarsi con spietati criminali che non esitano a uccidere per coprire i loro loschi traffici. Tra Torino e le valli montane, fino a Zagabria in due romanzi completi ad altissima tensione. E non mancano le note rosa, scopriremo come l'ineffabile Marra ha conosciuto la sua, oramai inseparabile, Clelia.

Reviews:luki suhttps://www.amazon.it/dp/B07X3HC226 ha scritto:

In questo libro c'è la seconda indagine del commissario Marra, quando era ancora ispettore e prima che venisse assegnato alla questura di Bologna. All'ombra della Mole Antonelliana si trova coinvolto in due casi ad alto rischio che mettono a dura prova le sue capacità investigative e che lo portano a confrontarsi con spietati criminali che non esitano a uccidere per coprire i loro loschi traffici. Tra Torino e le valli montane, fino a Zagabria un romanzo ad altissima tensione. E non mancano le note rosa, scopriremo come l'ineffabile Marra ha conosciuto la sua, oramai inseparabile, Clelia.

Scarcelli-giornalista del Resto del Carlino ha scritto:

Il commissario Marra si trova all'ombra della Mole Antonelliana coinvolto in un caso ad alto rischio che metterà a dura prova le sue capacità investigative e che lo portano a confrontarsi con spietati criminali che non esitano a uccidere per odio, sadismo e vendetta per coprire i loro sporchi affari.
Ma Marra sa che non è facile , in quanto riescono a celare molto bene la loro malvagità. Il loro narcismo li fa credere, ai loro stessi occhi , superiori a chiunque e li fa indignare quando non vengono doverosamente riconosciuti e omaggiati come fossero i soggetti più potenti e importanti della terra

Vito-Attore ha scritto:

Una trama supportata da una scrittura intelligente, che si rifà a frasi e capoversi brevi, a un linguaggio sobrio e leggero, ma anche ad alcuni personaggi ben tratteggiati nonché a una logica concatenazione dei fatti. Come dire che Mariel Sandrolini sa muoversi come si conviene fra le pieghe di un poliziesco.

Avvocato Angela Bertoni ha scritto:

Sottolineare lo stile credo sia importante perché Mariel Sandrolini dà prova con questa ulteriore pubblicazione di essere in grado di cimentarsi a pieno titolo in un thriller ricco di suspense, avvincente ed integrante.

Costanzo Fregni. lettore e stimatore di buone penne! ha scritto:

un thriller cupo, dalle sfumature “noir”, che si snoda alternando ad episodi di cronaca nera momenti astratti dalla razionalità, per dare vita a una vicenda articolata in cui immagini oniriche e vissuto si sovrappongono disorientando piacevolmente il lettore. I colpi di scena si susseguono, e la tensione sale nello sforzo di comprendere inghiottendosi una dopo l’altra le pagine di un romanzo che non concede tregua.
Un grande thriller scritto da una donna: Mariel Sandrolini


Articolo creato 59

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto